Il coro dei Piccoli Cantori di Torino, fondato nel 1972 da Roberto Goitre, è attualmente composto da circa 60 cantori di età compresa tra i 9 e i 16 anni. Il coro è guidato sin dal 2005 da una squadra molto coesa, composta dal direttore Carlo Pavese, dal pianista Gianfranco Montalto e dall’insegnante di canto Marcella Polidori.

2017

Attualmente i Piccoli Cantori di Torino stanno partecipando al progetto europeo Vois d’enfants / Espace scénique di cui ospiterà l’evento conclusivo nel luglio 2017. Scopriamo assieme cosa ha fatto il coro negli anni più recenti andando a ritroso nel tempo.

2016

Nel 2016 il coro ha debuttato nel progetto europeo Vois d’enfants / Espace scénique esibendosi nella città francese di Vesoul insieme a cori provenienti da Francia, Belgio e Portogallo. I Piccoli Cantori hanno inoltre cantato due concerti a MiTo e sono saliti sul palco dell’open singing, in Piazza Duomo a Milano e Piazza San Carlo a Torino per cantare il coro delle zingarelle di Verdi. L’autunno ha portato un grande rinnovamento perché molti cantori hanno concluso il loro percorso nel coro. Tra gli ultimi concerti dell’anno ricordiamo la collaborazione con l’accademia Stefano Tempia per l’inaugurazione della stagione.

2015

Nel 2015 i Piccoli Cantori hanno esordito a fianco dei Giovani Cantori con gli archi dell'Orchestra Filarmonica di Torino in un'ampia composizione commissionata a David del Puerto sulla vita di Don Bosco. Sono stati inoltre invitati alla prestigiosa manifestazione "Le chiavi d'argento" a Chiavenna. I due cori hanno registrato, in autunno, il nuovo CD "Common Language” presentandolo al pubblico a dicembre nel Tempio Valdese di Torino.

2014

La prima metà del 2014 ha visto la nascita di un nuovo lavoro teatrale per ragazzi: Il pifferaio magico, su musica e libretto di Carlo Pavese, con l’orchestra Leopold Mozart Sinfonietta, diretta da Barbara Sartorio. L’opera ha visto in scena Piccoli e Giovani Cantori di Torino e ha totalizzato nel 2014 sette rappresentazioni e circa 1.500 persone nel pubblico. I Piccoli Cantori hanno anche partecipato al concerto torinese di Robbie Williams e nel mese di settembre hanno compiuto un tour in Catalogna dove hanno collaborato con cori catalani e ungheresi e cantato a Barcellona (Sagrada Familia), Monastero di Montserrat, Monastero di Sant Cugat, Granollers, Llinars, riscuotendo grande successo.

2013

Nel 2013 il coro ha riproposto OPERazione Favola, spettacolo nato nel 2008 e che dal 2010 ha visto numerose repliche e riprese, coinvolgendo le scuole nella rappresentazione di un progetto speciale. Nel periodo pasquale i Piccoli Cantori di Torino hanno effettuato una trasferta in Francia, che ha incluso la partecipazione al festival di Saint Trivier sur Moignan, e in primavera hanno tenuto molti concerti, alcuni in collaborazione con altri cori ed ensemble corali. In autunno l’associazione ha organizzato un corso di direzione corale di cori di voci bianche, tenuto dal direttore artistico Carlo Pavese, che ha visto la partecipazione del coro come coro-laboratorio. Ricordiamo tra gli eventi di fine anno l’esecuzione della Ceremony of Carols di Britten in streaming nel giorno del 100° compleanno del compositore.

2012

L’anno 2012 è stato molto importante per l’associazione, a causa del suo 40° anniversario. La celebrazione, chiamata “Una città e quaranta stagioni” (per evidenziare l’importanza delle attività del coro nel territorio della città di Torino) ha incluso concerti, opere di teatro musicale per i bambini (Brundibar, OPERazione Favola, Borgosonoro), un’esposizione dei materiali d’archivio dell’associazione. Il coro ha registrato un CD, chiamato “The Bright Side”, ha partecipato a un programma TV, Parapapà, ha cantato i Carmina Burana nella sala del Conservatorio di Torino, ha partecipato al più importante festival corale europeo, Europa Cantat, tenuto nell’estate a Torino. Dopo l’estate 2012 l’associazione ha fondato il suo nuovo coro giovanile, i Giovani Cantori di Torino, portando contestualmente l’età di uscita dal coro di voci bianche a 16 anni (rispetto ai 18 precedenti).

2011

L’anno dei 150 anni dell’unità d’Italia, il 2011, vede i Piccoli Cantori sul palco della Notte tricolore e in piazza Castello con l’orchestra Suzuki per la Festa della Repubblica. In aprile il coro canta due memorabili concerti con Elisa nell’auditorium del Lingotto. Successivamente registra una nuova puntata di Gran Concerto per la Rai. La rassegna dell’associazione Voci in movimento ospita un evento speciale: Songbridge, incontro internazionale dei migliori cori di voci bianche del panorama internazionale, durante il quale sono ospiti a Torino il Cor infantil Sant Cugat e il coro israeliano Efroni. In autunno i Piccoli Cantori di Torino cantano nella stagione del Lingotto e svolgono un tour natalizio in Vandea (Francia).

2010

Il 2010, come l’anno precedente, propone alcune collaborazioni con orchestre giovanili, che includono l’inaugurazione di Terra Madre, e la partecipazione a trasmissioni Rai: “E’ domenica papà” e “Gran concerto”. A giugno alcuni coristi partecipano allo spettacolo dell Socìetas Raffaello Sanzio “L’ultima volta che vidi mio padre”, al Festival delle colline. Successivamente i Piccoli Cantori per il tour concertistico in Polonia, che in 10 giorni vedrà il coro esibirsi in quattro concerti a Poznan e dintorni. Il coro partecipa al concorso di composizione di Cles eseguendo 4 premiere. A dicembre debutta OPERazione Favola, lo spettacolo scritto dai cantori stessi, in cantiere già dal 2008, che sarà riproposto negli anni a venire anche in forma laboratoriale per le scuole, sempre con grande successo di pubblico.

2009

Il 2009 porta il coro in terra veneta, ospiti di Gioventù inCantata di Marostica, e vede svolgersi la seconda edizione di Voci in movimento: ospiti le ragazze del Coro Skowronki di Poznan alle quali il coro renderà la visita nell’estate 2010. I due cori lavorano sotto l’entusiasmante guida di Sanna Valvanne. In primavera i Piccoli Cantori registrano un intervento per la trasmissione Rai “E’ domenica papà” e in autunno cantano a MiTo due concerti con il Torino Vocalensemble e uno con Pequenas Huellas; approfondiscono inoltre il rapporto con un’altra orchestra, l’OMT, con cui condividono i concerti di Natale.

2008

L’anno 2008 vede un notevole ampliamento dell’organico del coro, l’apertura del progetto di concerti-incontro nelle scuole “Ascolta, si fa coro” e della collaborazione con Pequeñas Huellas. All’interno del festival MITO Settembre Musica tre soliste del coro cantano con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI. Il coro inoltre ospita la Jugendkantorei di Konstanz con la quale aveva collaborato nel 2006. Durante una settimana di stage a Etroubles i Piccoli Cantori cominciano a scrivere … un’opera! Quella che diventerà OPERazione Favola” e debutterà nell’autunno 2010. 

2007

L’anno 2007 è molto intenso, impegnativo ed entusiasmante: nel mese di giugno il coro è invitato a Marostica per la manifestazione “Poesia in Canto” e a Saint-Hubert in Belgio per inaugurare la Cinquantesima edizione del prestigioso festival Juillet Musical, mentre a settembre è stato a Wolfenbüttel in Germania per il festival corale Eurotreff 2007. 
Inoltre il 2007 è l’anno del trentacinquennale della fondazione del coro, del trentennale della nascita dell’associazione e dell’ottantesimo anniversario della nascita di Roberto Goitre. Tutte queste ricorrenze si concretizzano in un festival corale internazionale che si sviluppa nei mesi autunnali - “Voci in movimento” – la cui conclusione, il 26 novembre, è affidata al concerto del trentacinquennale; sul palco i cori di Goitre: i Piccoli Cantori di Torino, il Coro Farnesiano di Piacenza e inoltre per l'occasione il grande coro degli ex Piccoli Cantori di Torino.

2006

Nell'anno 2006 i Piccoli Cantori cantano nell'ambito dei Giochi olimpici invernali in occasione dell'arrivo della fiaccola e per la cerimonia di chiusura. Nel mese di aprile partecipano all'inaugurazione della nuova Casa Teatro Ragazzi e Giovani di Torino. La Germania è la meta del tour estivo: lago di Constanza e dintorni, ospiti della Jugendkantorei Konstanz.

2005

Nell’autunno 2005 Carlo Pavese, che il coro aveva già avuto modo di conoscere in alcuni stage di studio, sostituisce Giorgio Guiot alla direzione del coro, incontra Gianfranco Montalto già ad alcuni anni attivo come pianista del coro e invita Marcella Polidori a diventare l’insegnante di canto dell’associazione.
La nostra storia recente comincia qui.